Partner affidabili

Siamo consapevoli del fatto che il Centro Idrogeno Alto Adige è soltanto il primo passo e che ne dovranno seguire altri. Lo sviluppo della rete di stazioni di rifornimento lungo l’asse del Brennero da Monaco a Modena (il cosiddetto "corridoio verde") e nelle città e valli dell’Alto Adige è l’obiettivo principale per i prossimi anni in modo da preparare al meglio la nostra regione all’introduzione sul mercato delle vetture a idrogeno dei principali costruttori nei prossimi anni.

Questo arduo compito può essere reso possibile soltanto con il supporto di partner determinati e affidabili. L’Istituto per Innovazioni Tecnologiche IIT non solo partecipa a bandi europei ma porta avanti le sue attività anche grazie a importanti sinergie con partner locali. Lo stesso edificio del Centro è frutto di una stretta collaborazione con l’Autostrada del Brennero A22 che ha messo a disposizione l’area e ha realizzato le infrastrutture necessarie per la Produzione nonché la stazione di rifornimento affittate dall'IIT.

L’impianto di produzione è stato per finanziato quasi per intero dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR). La gestione di queste risorse è affidata alla ripartizione Europa della Provincia di Bolzano.

Le attività istituzionali dell’IIT come l’obiettivo di organizzare ed attuare progetti di ricerca - sia per l’economia e l’industria locale che di interesse generale per la popolazione - vengono sostenute dalla Ripartizione Innovazione della Provincia

Hyundai, BMW, Daimler, Toyota und Honda sono alcuni dei costruttori che lanceranno sul mercato nei prossimi anni (2014-2018) un modello a cella a combustibile (Fuel Cell) prodotto in serie. Il lavoro a stretto contatto con questi produttori ha dato vita al progetto europeo HyFive che in Alto Adige gode anche del sostegno della Ripartizione Innovazione della Provincia.

I bus a cella a combustibile Daimler sono operativi dal novembre 2013 nelle linee urbane a Bolzano e fanno parte del progetto europeo CHIC. I mezzi sono di proprietà della STA SpA (Strutture Trasporto Alto Adige) e vengono coordinati insieme alla SASA SpA. L’IIT rappresenta l’Alto Adige anche in numerosi organi e commissioni a livello europeo come l’Hydrogen Bus Alliance (HBA) e l’Hydrogen Fuel Cells and Electro-mobility in European Regions (HYER)